HOME  | REDAZIONE  | NETWORK  | MOBILE EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI  | RSS  
TMW Radio
  HOME tb » livorno » Livorno Calcio
Cerca
Sondaggio TMW
REGGINA: COLPO MENEZ, POTRA' FARE LA DIFFERENZA?
  SI
  NO

Terremoto Livorno, parla Viviani: "Mancanza di professionalità nella societa"

30.06.2020 16:21 di Carlo Grandi    per amaranta.it  
Terremoto Livorno, parla Viviani: "Mancanza di professionalità nella societa"
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews

Livorno - Federico Viviani rilascia la sua dichiarazione a caldo dopo la drastica decisione del presidente Spinelli di non rinnovare i contratti in scadenza e "tagliare" molti giocatori della rosa. Queste le due parole: «La situazione è paradossale. Credo sia la prima volta in assoluto. La cosa era nell’aria da qualche giorno ma così è paradossale. Prima del lockdown mi avevano detto che sarei potuto restare a Ferrara. Poi mi hanno detto che dovevo rimanere per un mese, che erano contenti, per farmi giocare. Poi dopo il ko contro il Cittadella, mi hanno detto che il 30 giugno sarei stato libero. Tanti giocatori sono rimasti a piedi. Luci, il Capitano, fino a stamattina non sapeva niente. Anche lui ha preso le scarpette al campo una volta andato via, ha svuotato gli armadietti. La situazione è paradossale però il Presidente dice di voler puntare su chi è di proprietà e sui giovani. Ok, lo capisco. Il problema è che lo hanno comunicato solo oggi: nessuno sapeva quel che doveva fare fino alla seduta di stamattina. Stamattina ci siamo allenati, sì. Sono passato a prendere le cose, poi ho finito la mia avventura a Livorno. Immaginate lo spirito… Noi che sapevamo di dover andar via, eravamo già in vacanza, purtroppo. Ci parlavamo tra di noi ma nessuno sapeva niente. Anche il mister prima della seduta di stamattina non sapeva niente… Non capisco perché abbiano tirato avanti questa situazione. Nessuno mette in dubbio le scelte ma è la modalità a lasciarci perplessi. Non c’è stato preavviso, non c’è stata serietà da quel punto di vista. E’ stata una stagione disastrosa, siamo stati noi a scendere in campo, a far quel che abbiamo fatto e ci prendiamo le nostre responsabilità. Chi ha giocato e perso siamo stati noi, è giusto pagarne il prezzo ma la serietà e la professionalità nei confronti di chi lavora ci vuole. Sempre. Livorno è una piazza importante, non parliamo di una squadra di terza categoria, ma di un club di livello e merita rispetto».
Poco da dire verso chi ha fatto parlare poco il campo e più la bocca, parlando di professionalità; proprio quella che ci saremmo aspettati da alcuni giocatori, lui compreso, che invece sono venuti in questa città con la ferma intenzione di essere di passaggio e pensare a recuperare la forma in vista della prossima stagione.


TODOmercadoWEB.es - El sitio del mercado futbolístico actualizado 24 horas al día

Altre notizie Livorno

   Editore: TMW NETWORK s.r.l. - Partita IVA 02210300519 Privacy Policy