HOME  | REDAZIONE  | NETWORK  | MOBILE EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI  | RSS  
  HOME tb » livorno » Livorno Calcio
Cerca
Sondaggio TMW
PLAYOUT: CHI RETROCEDE?
  SALERNITANA
  VENEZIA

Il Livorno si presenta alla città nella bella cornice di Effetto Venezia

03.08.2019 05:23 di Chiara Lucchesi    per amaranta.it   articolo letto 20 volte

Livorno- È una calda serata d’estate questo 2 agosto nel quale il Livorno Calcio si  presenta di nuovo si suoi tifosi nella splendida cornice del quartiere Venezia e all’interno della kermesse annuale Effetto Venezia. È la quarta volta che la squadra amaranto sceglie questa location per la presentazione, quasi una sorta di luogo scaramantico visto che ogni volta sono stati raggiunti gli obiettivi prefissati dalla Società. Dalla piazza partono già i cori contro i cugini Pisani in attesa del vero e proprio spettacolo che riserveranno i due derby. Ad un tratto ecco apparire il pullman che porta a destinazione la squadra ed ecco partire dagli altoparlanti lo storico inno del Livorno Calcio seguito da un coro unanime di voci che si alzano verso il cielo estivo misti a fumogeni amaranto. Sale sul palco il giornalista e storico presentatore di serate così, Fabrizio Pucci che dopo aver salutato la folla inizia con la storia della nostra  squadra e presenta i più piccoli, quelli della neonata “Young Livorno” e dalle ragazze del calcio femminile che indossano le maglie della nuova stagione. Quella amaranto, quella bianca, la nuova maglia nera e gialla che rimanda al gemellaggio con la AEK Atene e la maglia gialla dei portieri.

Ecco che può partire il cuore della serata, ovvero la presentazione della squadra ma non senza salutare prima, con gli occhi puntati verso il cielo, quel ragazzo che con la nostra maglia ha esalato l’ultimo respiro, Piermario Morosini, osannato a gran voce dai tifosi e che da tutti è riconosciuto come tredicesimo uomo in campo.

Pucci presenta lo staff, all’interno del quale si vedono facce nuove una su tutte quella di David Balleri, livornese doc e di nuovo nella società amaranto. Poi il mister Breda che rilascia le prime parole davanti al pubblico: “ La squadra viene su bene. 

L’ anno scorso la situazione non era facile e ora con le scelte fatte mi sono complicato la vita. Non volevo offendere nessuno, ho fiducia in questi ragazzi e pretendo che si esca stremati da ogni gara. Poche chiacchiere speriamo che i risultati ci diano ragione. Il Campionato di B è difficile e noi dobbiamo diventare squadra. Dove arriveremo non lo so. Ci sono venti squadre ed è più equilibrato; in più due gare con il Pisa che per noi sono belle e importanti. Dobbiamo pensare a noi. Spero che tutti voi possiate diventate orgogliosi di questo gruppo.”

La serata prosegue e sul palco si avvicendano Zima, Gonnelli, l’inossidabile capitan Luci e via via tutti i ragazzi con i nuovi innesti di Mazzeo, Marsura, Plizzari e tutti gli altri. Ragazzi pronti ad onorare la maglia, e che dopo un saluto a Luca Mazzoni saltano e cantano con tutta la gente che è venuta per loro. 

Ci si aspettava la contestazione, ma è stata veramente flebile, pochi fischi dovuti alla partenza di Diamanti ma che non hanno inficiato una bella serata che fa sperare in un attaccamento sempre più forte alla squadra e ai colori amaranto.


TODOmercadoWEB.es - El sitio del mercado futbolístico actualizado 24 horas al día

Altre notizie Livorno

Le più lette
   Editore: TMW NETWORK s.r.l. - Partita IVA 02210300519 Privacy Policy