HOME  | REDAZIONE  | NETWORK  | MOBILE EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI  | RSS  
TMW Magazine
  HOME tb » livorno » Livorno Calcio
Cerca
Sondaggio TMW
BRESCIA IN SERIE A, HA VINTO LA SQUADRA PIU' FORTE?
  SI
  NO

Sala stampa. Breda: “Andava chiusa prima. Ora nessun calcolo”

05.05.2019 18:43 di Luca Aprea    per amaranta.it   articolo letto 23 volte
Sala stampa. Breda: “Andava chiusa prima. Ora nessun calcolo”
© foto di Melone/LR Press

Livorno – Il Livorno batte il Carpi spedendolo in C, guadagna l'accesso aritmetico ai playout ma culla ancora una piccola speranza di salvarsi senza passare dagli spareggi. A fine gara il tecnico amaranto Roberto Breda analizza così la partita: “Siamo partiti un po' contratti, forse accusando l'importanza della posta in palio, e abbiamo subito la loro partenza aggressiva. Ma alla distanza siamo venuti nettamente fuori e già nel primo tempo potevamo sbloccarla. Nella ripresa siamo stati bravi a insistere e a trovare il gol ma dovevamo fare il secondo. Abbiamo avuto tante occasioni e in queste partite se non concretizzi alla fine rischi”.

Adesso la trasferta di Padova che con il pari di Benevento è retrocesso in C con il Carpi: “Siamo dietro e non possiamo permetterci alcun tipo di calcolo, anche perché non dipende solo da noi. Dobbiamo andare lì per prenderci i tre punti. Poi vediamo cosa succede”.

E all'Euganeo non ci sarà Alino Diamanti che, diffidato, oggi ha rimediato il giallo che farà scattare la squalifica: “E' stato sfortunato, peccato perché quella tra l'altro era anche una buona ripartenza”.

Il tecnico non ha poi risparmiato elogi ai singoli: “Ho confermato la retroguardia di Verona perché si erano mossi bene e ho voluto dare continuità al reparto. Bogdan sta bene e può giocare ma la sua condizione sui 90' è da valutare e l'importanza della posta in palio oggi era alta. Giannetti ha lavorato benissimo su se stesso, l'errore dal dischetto a Foggia poteva buttarlo giù invece, grazie anche all'appoggio dei compagni, si è risollevato fornendo delle prestazioni davvero importanti. Molto bravo anche Raicevic, inizio timido ma poi è venuto fuori. Anche Gori è entrato molto bene in partita creandosi subito una palla gol”.

A fare da contraltare il battibecco tra il tecnico e Murilo a fine gara: “Con i calciatori più giovani sono un po' un papà e come tutti i 'genitori' pretendo molto. Ma sono cose che capitano, è finita lì”.

Infine una battuta sul confronto con il presidente Aldo Spinelli: “Sì, ci siamo parlati. Ci ha fatto i complimenti, era molto soddisfatto”.


TODOmercadoWEB.es - El sitio del mercado futbolístico actualizado 24 horas al día

Altre notizie Livorno

Le più lette
   Editore: TMW NETWORK s.r.l. - Partita IVA 02210300519 Privacy Policy