HOME  | REDAZIONE  | NETWORK  | MOBILE EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI  | RSS  
  HOME tb » livorno » Livorno Calcio
Cerca
Sondaggio TMW
CREMONESE: SERVIVA IL CAMBIO IN PANCHINA?
  SI
  NO

Zona mista. Una prestazione importante

02.05.2019 18:59 di Emilio Guardavilla    per amaranta.it   articolo letto 16 volte
Zona mista. Una prestazione importante
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport

Verona. Nella 17esima del girone di ritorno, il nostro Livorno espugna con una grande partita il Bentegodi in quella che la maggior parte di noi considerava l'ultima spiaggia per rimanere in Serie B. Nonostante un massiccio turn over, l'approccio alla gara del Livorno è stato perfetto. Parte bene, mette in campo tutto quello che ha e la spunta dimostrando il carattere e il gioco dei tempi migliori. Breda è coraggioso e lungimirante e lascia in panca il capitano e il top player. Anche se il modulo rimane invariato, la distinta che va all'arbitro ci ha fatto storcere la bocca ma il risultato gli ha dato la piena ragione. Gli undici che sono scesi in campo e gli altri che sono subentrati hanno sputato sangue per 97 minuti sbagliando poco o niente. E quel poco è stato dovuto ad uno sforzo fisico ammirevole di tutti i ragazzi. Al contrario di quanto accaduto contro Brescia, Foggia e Palermo, il Livorno tiene il risultato fino al triplice fischio per una vittoria che può voler dire salvezza.

In un Primo Maggio da ricordare a lungo, il mister è comprensibilmente soddisfatto della partita e del risultato. “Abbiamo fatto la partita che volevamo fare”, esordisce in sala stampa, consapevole di aver fatto le scelte giuste. “Siamo stati bravi a partire forte e a mantenere la pericolosità. I gol li abbiamo regalati, dobbiamo mettere più attenzione però rimane per tutti una prestazione importante”. Alle domande sui singoli svicola nella modo più elegante e veritiero possibile: “Hanno fatto bene tutti quanti, chi ha iniziato e chi è entrato perché se non fai bene in un campo così difficile non riesci a vincere”. Sul forcing finale degli scaligeri: “Il palo preso all'88° vuol dire che abbiamo mantenuto la voglia di ripartire e di far male fino alla fine”.

Ai microfoni anche il match winner Murilo che a inizio ripresa ha portato a 3 le marcature del Livorno. “Era un po' che non mi entrava, fra pali, tacchi dei portieri, palla che esce e che non entra. In questa partita, vista la prestazione, meritavo il gol già da un po'. Dopo tanto, un po' di fortuna anche dalla mia parte”. Sulla partita in generale: “La loro è una squadra di giocatori di alto livello e quindi siamo entrati già preparati per quello che poteva succedere. Il mister ci ha preparato bene già nel modo giusto”.

Hellas Verona – Livorno 2 : 3


TODOmercadoWEB.es - El sitio del mercado futbolístico actualizado 24 horas al día

Altre notizie Livorno

Le più lette
   Editore: TMW NETWORK s.r.l. - Partita IVA 02210300519 Privacy Policy