VERSIONE MOBILE
  HOME  | NEWS TICKER  | NETWORK  | REDAZIONE  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO  | CONTATTI  | MOBILE  | RSS  
PRIMO PIANO:
 
  HOME TMW » latina » Interviste
Interviste

Vivarini: "Abbiamo le armi per dar fastidio al Perugia. Le parole di Brosco sono state strumentalizzate"

23.12.2016 13:30 di Marco Ferri    per tuttolatina.com   articolo letto 41 volte

La conferenza stampa integrale del tecnico nerazzurro, Vincenzo Vivarini, alla vigilia di Perugia-Latina

Sette  risultati utili consecutivi raccontano di un buon momento, ma le singole partite evidenziano alcuni difetti: qual è la fotografia oggettiva?
Siamo in un buon momento, la squadra adesso è e gioca da tale, con pregi e difetti. Abbiamo trovato una certa solidità, adesso riusciamo a comandare in campo ma è chiaro che si vada in difficoltà su certe giocate e atteggiamenti delle squadre avversarie. Col Brescia c’eravamo, ma va dato atto agli avversari di aver fatto un gran lavoro sui nostri portatori di palla e noi non siamo stati a confermare il nostro standard in fase di possesso. Sono sicuro che anche a Perugia andremo a fare la nostra partita e a battagliare in base alle nostre potenzialità.

Questo Latina ha nelle corde la capacità di ripetere la partenza lanciata di Ascoli?
Sono due squadre completamente differenti. Il Perugia è di pregio, ha giocatori di grande qualità, palleggio, gamba e tecnica individuale. Sicuramente è una compagine di caratura superiore, ma da parte nostra abbiamo le potenzialità per cercare di disturbare la loro fase di possesso palla. Anche se mancherà Di Carmine ci saranno Bianchi, Guberti e Buonaiuto, tutti elementi di grandissima qualità. Abbiamo carica nervosa e voglia giusta per fare una grande partita.

Qual è la caratteristica degli avversari che la preoccupa maggiormente?
Il Perugia è una squadra che tende a far allungare gli avversari, si chiude molto in fase difensiva e sa ripartire rapidamente. Se ci allunghiamo finiamo col fare il loro gioco, perché nell’uno contro uno possiamo andare in difficoltà. Se, invece, riusciamo a fare le cose che sappiamo fare, possiamo ribaltare le cose a nostro favore. L’obiettivo è quello di rimanere corti e aggressivi sulla palla.

Come sopperire all’assenza di Bandinelli, alle difficoltà emerse sulla fascia destra e a quelle palesate da Gilberto nel ruolo di mezzapunta?
Abbiamo provato qualcosa di diverso durante la settimana e cambieremo. Col Brescia abbiamo avuto qualche problema sia a livello di condizione individuale di qualche elemento, sia di caratteristiche per svolgere un determinato ruolo.

In mezzo al campo proporrà di nuovo Rocca?
Abbiamo due alternative importanti: Rocca che si è comportato abbastanza bene ad Ascoli e Amadio che ha le qualità tecniche per poter mettere in difficoltà il Perugia.

Brosco ha parlato di obiettivo 25 punti al giro di boa: la preoccupa la forma mentis di una squadra che può accontentarsi di un pareggio al Curi?
Sono molto arrabbiato per l’intervista di Brosco. Avevo parlato in un certo modo nel momento in cui erano affiorati i problemi societari, avevo chiesto di restare molto compatti intorno alla squadra. Mi riferivo soprattutto ai tifosi, ai giornalisti e alle persone che girano intorno all’ambiente e vogliono bene al Latina. Per me le sue parole sono state interpretate male o strumentalizzate, anche il giocatore stesso ci è rimasto male perché anche in quell’intervista ha espresso tutto il suo amore per questi colori e l’attenzione sull’aspetto tecnico-tattico nella ricerca del massimo possibile tra Perugia e Avellino. Le tabelle non le faccio, la cosa brutta è che mi sono sembrati eccessivi i titoli di giornale in cui gli si attribuivano dichiarazioni già da ex. Stiamo concentrati per fare bene in campo, i giocatori hanno solo questo in testa e cercano di dare il massimo con tutte le difficoltà cui andiamo incontro quotidianamente. I tifosi ci sono vicini e sono sicuro che ci daranno la forza per fronteggiare uno stadio pieno di calore. Se si va sempre a dare contro la squadra o a creare dei problemi, non capisco che interessi ci siano. L’amore per questa maglia dobbiamo averlo noi e chi sta intorno, al di là dei problemi extracalcistici esistenti. Il presidente Aprile si sta adoperando per risolvere tutto ciò che gli è caduto addosso, siamo abbastanza tranquilli e non c’è bisogno di strumentalizzare cose che ancora non abbiamo per la testa.

Quindi non è arrabbiato con Brosco ma con chi ha interpretato le sue parole?
Lui ha rilasciato un’intervista in cui ha detto che sta qui da anni e ci si trova bene, avendo anche la famiglia qui. È chiaro che se a gennaio la società lo vorrà dare via, l’allenatore lo vorrà mandare via o ci saranno altri problemi, dovranno sussistere le condizioni per rimanere. Questo vale per qualsiasi dipendente della società, ma non significa parlare da ex.

Cosa le piacerebbe trovare sotto l’albero di Natale?
Soprattutto la possibilità di lavorare e lottare sul campo per le potenzialità e le qualità di cui dispone questa squadra, senza avere tutti questi problemi fisici che ci hanno limitato in questo avvio di stagione.


TODOmercadoWEB.es - El sitio del mercado futbolístico actualizado 24 horas al día

Articoli correlati



Altre notizie Latina

Serie B - Risultati e marcatori della 39^ giornata
Qui Ascoli - Favilli: "A Latina sarà un'altra gara determinante"
Le più lette
Sondaggio TMW
RETROCESSIONI: PISA E LATINA CONDANNATE?
  SI
  NO

Ecco le prime pagine dei quotidiani sportivi di oggi 30 aprile 2017

Ecco le prime pagine dei quotidiani sportivi di oggi 30 aprile 2017.


   Editore: TMW NETWORK s.r.l. - Partita IVA 02210300519 Norme sulla privacy | Cookie policy 
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.