HOME  | REDAZIONE  | NETWORK  | MOBILE EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI  | RSS  
TMW Magazine
  HOME tb » hellasverona » Le Pagelle
Cerca
Sondaggio TMW
Padova e Foggia in crisi, di chi è la colpa?
  Mister
  Giocatori
  Società

Le pagelle del Verona: Le firme di Pazzini e Lee sul 2-2 finale. Silvestri para un altro rigore.

30.12.2018 16:00 di Enrico Brigi    per tuttohellasverona.it   articolo letto 11 volte
Le pagelle del Verona: Le firme di Pazzini e Lee sul 2-2 finale. Silvestri para un altro rigore.
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Silvestri 8  Attento quando respinge la pericolosa punizione di Kragl e la conclusione dai 18 metri di Iemmello. Prodigioso quando salva in uscita su Galano, innescato da una palla persa appena fuori area. Respinge con un pizzico di fortuna il rigore di Iemmello  mentre rimane esente da colpe sulle due reti subite. Si dimostra uno dei migliori portieri della cadetteria. 

Almici 5,5 Scarsamente supportato in fase difensiva dai rientri degli esterni soffre le scorribande di Mazzeo e Kragl, due gran brutti clienti. Gioca una partita maschia con qualche colpo proibito di troppo. 

Dawidowicz 5,5 Lento ed impacciato cerca la giocata di fioretto anche quando servirebbe, invece, maggior concretezza. Si perde colpevolmente Galano in occasione del primo pareggio rossonero. 

Caracciolo 5 Liscio da "mai dire gol" sul primo pareggio dei padroni di casa. Con un'ingenuità colossale causa nella ripresa il rigore poi, parato, da Silvestri. Prestazione da dimenticare. 

Balkovec 6 Bravo a sovrapporsi a Zaccagni quando mette in mezzo il cross dal quale nasce il raddoppio di Lee. Argina come meglio può  le continue incursioni di Galano e Zambelli, anche qui ricevendo poco aiuto dall'esterno di turno. (dal 55' Empereur 6 Davanti ai suoi vecchi tifosi non mostra alcuna emozione particolare. Efficace senza strafare)

Gustafson 6 Preciso e sufficientemente ordinato riesce quasi sempre a trovare la giocata giusta. Nel convulso finale soffre il maggior temperamento dei centrocampisti avversari. Deve migliorare in fase di impostazione.

Henderson 6 Di nuovo nell'undici di partenza dopo cinque turni disputa un discreto primo tempo. Nella ripresa, quando il Foggia alza il ritmo, mostra qualche sofferenza senza, tuttavia, mai alzare bandiera bianca. (dal 86' Marrone n.g. si sistema nei tre di difesa quando la la linea difensiva passa a cinque.)

Zaccagni 6,5 Solita partita di grande quantità. Costringe più volte gli avversari al fallo. Da una sua incursione prende il via l'azione del raddoppio gialloblù. Nella ripresa "entra in riserva" e viene correttamente sostituito. (dal 68' Colombatto 6 al rientro dopo l'infortunio che lo ha tenuto lontano dal campo per alcune settimane cerca di portare un pò di ordine nel concitato finale)

Matos 6 Prestazione ancora una volta a sprazzi. Dovrebbe riuscire a trovare maggior continuità. Impensierisce Noppert al termine di una ficcante percussione. Subisce un "mezzo fallo" che potrebbe meritare il rigore e , invece, si becca un giallo per simulazione. 

Pazzini 6,5  Dopo pochi minuti si vede (giustamente)  annullare una rete per un fuorigioco. Si rifà poco dopo quando con famelica esperienza da vero uomo d'area ribatte in rete la corta respinta dell'estremo rossonero sul tiro dalla breve distanza di Lee. Bravo a far salire la squadra, subisce una quantità impressionante di falli, beccandosi, ironia della sorte, addirittura un giallo per proteste. 

Lee 6 Mette lo zampino nella prima rete gialloblù mentre è abile e pronto quando approfitta del'errore di Noppert per siglare la rete del secondo vantaggio. Perde qualche pallone di troppo. Nel finale, quando la temperatura dell'incontro si alza, soffre la maggiore fisicità degli avversari. 

Grosso 6 Conferma l'undici visto con il Cittadella con l'unica variante di Dawidowicz al posto di Bianchetti. La squadra ha un buon impatto sull'incontro e chiude il primo tempo in vantaggio con sufficiente merito. Nella ripresa, invece, sbanda oltre misura di fronte alle folate avversarie ma riesce in qualche modo a reggere l'urto. Vede gli ultimi minuti dalla tribuna in seguito all'espulsione rimediata per aver eccessivamente protestato di fronte all'eccessiva tolleranza mostrata dal direttore di gara nei confronti dei ripetuti falli della squadra di casa. Il pareggio è un buon risultato tuttavia da una squadra che punta alla promozione è lecito aspettarsi una maggior dose di personalità. 


TODOmercadoWEB.es - El sitio del mercado futbolístico actualizado 24 horas al día

Altre notizie Hellasverona

Le più lette
   Editore: TMW NETWORK s.r.l. - Partita IVA 02210300519 Privacy Policy