VERSIONE MOBILE
  HOME  | REDAZIONE  | NETWORK  | MOBILE  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI  | RSS  
Da TuttoB.com le ultimissime notizie sul campionato cadetto
SONDAGGIO
GIRONE D'ANDATA: CHI CHIUDERA' IN TESTA?
  BARI
  PARMA
  PALERMO
  FROSINONE
  VENEZIA
  CREMONESE
  EMPOLI
  CITTADELLA

LE INTERVISTE DI TB

ESCLUSIVA TB - Cesena, Schiavone: "Abbiamo raccolto poco, ma non è mai mancata la prestazione. Contro il Brescia gol liberatorio. Noi più "affamati" dello Spezia"

12.04.2017 09:00 di Marco Lombardi   articolo letto 1164 volte
© foto di Francesco Di Leonforte/TuttoCesena.it

Il campionato sottotono del Cesena ed una salvezza ancora da conquistare. E poi l'avvicendamento sulla panchina bianconera e l'agognato ritorno al gol. Di questo e altro abbiamo parlato con Andrea Schiavone, regista del Cesena, raggiunto in esclusiva da TB.

Cesena partito con ambizioni play-off e che si ritrova a lottare per mantenere la categoria... Come si giustifica un campionato così deludente? Cosa non ha funzionato?

"Deludente... Diciamo che non abbiamo rispettato le aspettative... La squadra, però, a livello di prestazioni ha sempre fatto bene. Abbiamo pagato a caro prezzo i tanti gol incassati nel recupero: senza quelli ora probabilmente saremmo in zona play-off... I dettagli hanno fatto la differenza. Ad ogni modo, recriminare non serve a nulla. Pensiamo a salvarci il prima possibile".

Quali le differenze più significative che ha riscontrato nella transizione da Drago a Camplone?

"Due ottimi allenatori. Siamo rammaricati per l'esonero di Drago, persona davvero squisita... Camplone ha molta esperienza, appena arrivato ci ha inculcato subito il concetto di giocare sempre a calcio. E quella di cercare di sviluppare un gioco propositivo è una prerogativa di entrambi i tecnici. Una differenza può individuarsi nella gestione del gruppo...".   

Contro il Brescia ha trovato il primo gol in campionato con la maglia bianconera... Una bella iniezione di fiducia...

"Sì, anche perchè in campionato non segnavo da due anni. E' stato un gol cercato e voluto... L'anno scorso a Livorno ho timbrato due pali... Il gol al Brescia è stata una liberazione: in quel tiro c'era tutta la rabbia accumulata per la delusione della passata stagione. Una rete che mi ha trasmesso tanta autostima e fiducia".

C'è qualche analogia fra il Cesena di quest'anno e il suo Livorno dell'anno scorso?

"Anche quel Livorno era un'ottima squadra, un bel gruppo... Ci è mancata un po' di fortuna e la capacità di credere nei nostri mezzi. Di sicuro, nessuno si aspettava un epilogo della stagione così infelice... Quest'anno è diverso perchè la squadra, ribadisco, non ha mai tradito sul piano delle prestazioni. Purtroppo abbiamo raccolto poco... Detto questo, si tratta di due campionati che non si sono incanalati sui binari giusti. Contrariamente alle attese della vigilia".  

In coda alla classifica è bagarre... Da quali squadre il Cesena dovrà guardarsi?

"Il campionato è ancora lungo... Anche chi si trova in posizioni apparentemente più tranquille potrebbe ancora essere risucchiato nel calderone... Dobbiamo pensare solo a noi stessi. A prescindere dal risultato, l'importante è non demoralizzarsi, mantenere sempre l'equilibrio e lottare col coltello tra i denti, perchè ci attendono sette finali. Dobbiamo conquistare più punti possibili, senza curarci troppo degli altri".

 Prossimo impegno contro lo Spezia al "Manuzzi"... Che partita si aspetta?

"Lo Spezia naviga in acque decisamente meno agitate... I liguri attraversano un buon momento e giocheranno con la testa sgombra, anche se lottano per i play-off. Verranno qui per vincere... Noi dovremo avere più "fame" di loro, perchè non possiamo permetterci passi falsi. Mi aspetto una gara maschia tra due squadre che dispongono di giocatori di qualità, in grado di fare la differenza con un gesto estemporaneo".

 


TuttoB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie LE INTERVISTE DI TB
Altre notizie
 

Primo piano

Coppa Italia, Lazio-Cittadella 4-1: poker biancoceleste, i veneti dicono addio alla competizione Non basta al Cittadella la rete di Bartolomei. I veneti negli ottavi di finale di Coppa Italia non sfigurano al cospetto della Lazio all'Olimpico ma devono dire addio alla competizione, colpiti da quattro reti dei biancocelesti. In avvio di partita i laziali portano subito gli...
CANALI TUTTOB
CANALI TUTTOB
L'altra metà di Serie B, 18a giornata: la TOP 11 di TB Organizzazione, accortezza, cinismo: incurante delle vicende societarie, un Palermo rimaneggiatissimo schianta il Bari al "San...
L'altra metà di B-SCOUT - Niccolò Carrara: terzino sinistro del Novara La rubrica B-Scout riprende occupandosi di un giovane ragazzo della Primavera del Novara sul quale tenere monitorata la crescita è...
L'altra metà di ESCLUSIVA TB - Gianluca Atzori: ''Venezia sorpresa, Perugia delusione. Ecco chi mi ha sorpreso tra tecnici e calciatori...''' La cadetteria entra nel vivo e il mercato e' alle porte, momento in cui i club iniziano a tirare le prime somme. In esclusiva ai...
L'altra metà di Serie B, le decisioni del Giudice Sportivo: 3 giornate a Suagher Resi noti i provvedimenti assunti dal Giudice Sportivo in merito alle gare del diciottesimo turno del campionato cadetto. Fermato per...
Ecco le prime pagine dei quotidiani sportivi di oggi 15 dicembre 2017

Ecco le prime pagine dei quotidiani sportivi di oggi venerdì 15 dicembre 2017.

 
Palermo 32
 
Frosinone 30
 
Parma 30
 
Empoli 29
 
Bari 29
 
Cittadella 28
 
Cremonese 27
 
Venezia 27
 
Carpi 24
 
Salernitana 23
 
Spezia 23
 
Perugia 23
 
Novara 23
 
Cesena 21
 
Virtus Entella 21
 
Avellino 21
 
Pescara 21
 
Brescia 21
 
Foggia 18
 
Ternana 18
 
Pro Vercelli 18
 
Ascoli Picchio 15

   Editore: TMW NETWORK s.r.l. - Partita IVA 02210300519 Norme sulla privacy | Cookie policy   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.