HOME  | REDAZIONE  | NETWORK  | MOBILE EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI  | RSS  
TMW Radio
  HOME tb » cremonese » Le interviste di TB
Cerca
Sondaggio TMW
CAMPIONATO: SAREBBE GIUSTO TERMINARE QUI LA STAGIONE?
  SI
  NO

ESCLUSIVA TB - Cremonese, Ciofani: "Stagione al di sotto delle aspettative, ma ora il calcio va messo da parte"

25.03.2020 09:00 di Marco Lombardi   
Ciofani
Ciofani
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport

In questi giorni di clausura forzata per via dell’emergenza coronavirus, Daniel Ciofani, bomber della Cremonese, si è raccontato in esclusiva ai microfoni di TuttoB.com.

Come trascorre le sue giornate lontano dal campo?

“Sono solo qui a Cremona, la mia famiglia è giù a Roma. Leggo, guardo la tv e mi alleno rispettando il programma consegnato dallo staff tecnico. Non posso nemmeno dilettarmi a suonare la chitarra perché si è rotta una corda. Però sono sempre in contatto coi miei compagni, ci sentiamo attraverso le videochiamate”.

Cambiamo argomento. Ai nastri di partenza la Cremonese, forte di un mercato faraonico, era additata tra le più autorevoli candidate alla promozione diretta. Come valuta la stagione della squadra?

“Al di sotto delle aspettative, questo è certo. Ora dobbiamo guardare in faccia alla realtà e agire di conseguenza. Siamo quartultimi, quindi dobbiamo ragionare in chiave salvezza”.

E la sua?

“Idem con patate. Innanzitutto a livello realizzativo. Non mi è mai capitata una stagione così, soprattutto se penso che in carriera ho realizzato 186 gol tra i professionisti. È partita male con quel rigore sbagliato all’esordio a Venezia, poi non ho trovato continuità. La squadra ha faticato a finalizzare, ma anch’io ho le mie colpe”.  

Con l’arrivo di Bisoli avete subito espugnato Frosinone. Cos’ha portato il nuovo tecnico rispetto alle precedenti gestioni?

“È una domanda 'scomoda'… Con il mister abbiamo sostenuto un paio di allenamenti e giocato una partita. Chiaramente il cambio di allenatore porta sempre una scossa. Bisoli poi lo conosciamo tutti: è uno sanguigno, grintoso. La vittoria di Frosinone ha premiato proprio il nostro atteggiamento determinato e volitivo”.  

Guardiamo avanti. L’avvocato Grassani ha bollato come “offensivo” annullare la stagione o cristallizzare le classifiche attuali, adducendo che ciò porterebbe a contenziosi legali non di poco conto. Fatto sta che l’ipotesi di uno stop definitivo dei campionati pare tutt’altro che peregrina. Quale potrebbe essere la soluzione migliore per uscire da questo vicolo cieco?

“La realtà è che si naviga a vista, cercando di capire cosa potrà accadere nelle prossime settimane. Ora però il calcio va messo da parte perché la salute pubblica è la priorità. Se tornerà tutto alla normalità nei tempi giusti, bene; diversamente spetterà alle autorità competenti individuare la soluzione meno gravosa”.


TODOmercadoWEB.es - El sitio del mercado futbolístico actualizado 24 horas al día

Altre notizie Cremonese

   Editore: TMW NETWORK s.r.l. - Partita IVA 02210300519 Privacy Policy