HOME  | REDAZIONE  | NETWORK  | MOBILE EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI  | RSS  
TMW Radio
  HOME tb » cittadella » Lecce
Cerca
Sondaggio TMW
Pordenone: Rastelli è l'uomo giusto?
  SI
  NO

Lecce, Baroni: "In difficoltà nel primo tempo, ma sapevo che il Citta sarebbe calato alla distanza"

25.09.2021 19:47 di Marco Lombardi   
Baroni
Baroni
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport

Gran colpo del Lecce, corsaro (1-2) a Cittadella. Queste le dichiarazioni di Marco Baroni, tecnico dei salentini, riportate da calciolecce.it: “Dobbiamo essere contenti per il risultato, non era facile dopo aver fatto partite dove si è speso tanto, su tutti i punti di vista: la rimonta con l’Alessandria, a Crotone. Questo era il peggior campo dove venire dopo due partite così, loro hanno tanto furore agonistico e appunto siamo andati in difficoltà nel primo tempo. Li avevo visti e ho sempre visto un calo alla lunga”.

SIGNIFICATI. “Era importante tenere il risultato per poi sfruttare qualcosa negli ultimi minuti. Hanno un’intensità devastante. Ci prendiamo il risultato importante, non è mai facile fare una serie di vittorie in una settimana. Abbiamo una partita contro un avversario di grandissimo livello, la prepareremo bene anche se abbiamo dei giorni in meno e il nostro pubblico ci darà una mano”.

CON LA TESTA AL MONZA. “Il calore del settore ospiti oggi? Dovevamo costruire una gara con un risultato importante per gratificare i tifosi venuti sin qui e poi prepararci ambientalmente a fare una partita importante col Monza. Non è facile inanellare tanti risultati così. La squadra ci ha sempre creduto anche nei momenti di sofferenza, abbiamo tenuto bene il campo e non è facile giocare contro quest’avversario”.

CITTADELLA OSTICO. “Ho visto tutte le partite loro. A Benevento hanno giocato come noi e hanno perso con un risultato bugiardo. Hanno certezze, giocano da tanto tempo insieme, di fatto non c’è stato un cambio di guida con Gorini. Sono partite complicate e faccio i complimenti ai ragazzi. Tra un’ora penseremo già al Monza”.

DI MARIANO OK. “Noi avevamo delle situazioni difficili. Tuia non stava bene e non l’ho rischiato, gli impegni ravvicinati ti mettono a rischio. Di Mariano l’ho tolto subito, risparmiandolo come ho fatto per Strefezza, ma era solo un affiatamento. Feeling con Coda? Abbiamo dei giocatori importanti sugli esterni, cresceranno nella padronanza del ruolo e nel trovarsi con una gestione coordinata”.

CODA. “Su Massimo non dico niente, sta lavorando molto per la squadra. E’ un riferimento e mi resta difficile tenerlo fermo anche in allenamento per farlo riposare. Siamo un gruppo giovane ma abbiamo bisogno di calciatori meno giovane con un bagaglio esperienziale per far crescere meglio gli altri”.


TODOmercadoWEB.es - El sitio del mercado futbolístico actualizado 24 horas al día

Altre notizie Cittadella

   Editore: TMW NETWORK s.r.l. - Partita IVA 02210300519 Privacy Policy