HOME  | REDAZIONE  | NETWORK  | MOBILE EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI  | RSS  
TMW Radio
  HOME tb » chievo » Primo Piano
Cerca
Sondaggio TMW
CAMPIONATO: SAREBBE GIUSTO TERMINARE QUI LA STAGIONE?
  SI
  NO

Vignato illude, il Benevento rimonta: il Chievo cade ancora al Bentegodi

Seconda sconfitta consecutiva tra le mura amiche per il Chievo, che perde per 1-2 contro la capolista Benevento: a nulla è valso il gol di Vignato.
26.12.2019 17:15 di Paolo Lora Lamia    per tuttochievoverona.it   articolo letto 56 volte
Vignato illude, il Benevento rimonta: il Chievo cade ancora al Bentegodi
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews

Scacco matto alla capolista per dare una svolta ad una stagione fin qui troppo altalenante. Nel giorno di Santo Stefano, il Chievo riceve il Benevento con questi propositi. Solito 4-3-1-2 per Marcolini che conferma Nardi tra i pali e ritrova Djordjevic dal primo minuto. Inzaghi risponde con il 4-3-2-1, nel quale trova spazio il grande ex Perparim Hetemaj (in gialloblù dal 2011 al 2019).

Il match si accende già al secondo minuto, con un tentativo da fuori area di Viola che termina alto di poco sopra la traversa. Due minuti dopo il 10 del Benevento calcia una punizione in mezzo all’area, Tuia sfiora di testa e centra il palo alla sinistra di Nardi. La riposta del Chievo arriva al 7’, con una conclusione al volo di Di Noia - su respinta di un difensore - che viene parata da Montipò. Al 13’ è Segre a provarci, ma il suo colpo di testa su cross di Cotali non impensierisce il portiere avversario. Al tra palla gol per il Chievo al 18’, con Djordjevic che prova la conclusione su imbucata di Vignato, ma il suo tentativo viene deviato in corner da Hetemaj. Rispetto ai primi minuti, il Benevento riesce a proporsi con minore continuità in avanti: merito del centrocampo clivense, che passa continuamente dal rombo ad una linea a 4 per contenere le offensive campane. Il Chievo prosegue nel suo primo tempo gagliardo e passa al 28’: Garritano si libera del suo marcatore, arriva sul fondo e mette in mezzo dalla sinistra; il pallone viene prima deviato da Tuia e poi spizzato da Letizia, conclusione al volo di Vignato e Montipò bucato sul primo palo. Il Benevento in cassa il colpo, ma reagisce immediatamente: al 35’ Letizia crossa dalla sinistra per Maggio che, lasciato colpevolmente solo, interviene di testa e firma l’1-1. Rete che dà slancio agli ospiti, vicini al clamoroso vantaggio con Coda un minuto più tardi. Il vantaggio del Benevento arriva comunque nel corso del secondo minuto di recupero, grazie ad un colpo di testa di Tuia - sugli sviluppi di un corner - che sfrutta una clamorosa uscita a vuoto di Nardi.

La ripresa inizia con un Chievo volenteroso ma che, al primo errore, rischia di affondare: al 47’, su passaggio errato di Rigione, riparte il Benevento e va alla conclusione con Improta, che spedisce di poco sul fondo. Nuova occasione beneventina al 52’ con Coda, sfruttando l’ennesimo errore del Chievo in fase di disimpegno. Al 57’ Marcolini si gioca la carta più importante che ha in panchina, facendo entrare Giaccherini al posto di Segre. Pochi istanti dopo il Benevento arriva in area grazie ad una stupenda azione in velocità, conclusa con un tiro di insigne deviato da Nardi. Primo cambio anche per Inzaghi al 63’, con Tello al posto di Insigne. La mediana clivense non sale di tono e perde addirittura per infortunio Di Noia, sostituito al 69’ da Esposito. Il Chievo prova scuotersi, guidato da un vignato che detta legge sulla trequarti. Al 73’ Giaccherini prova la conclusione, ma non inquadra la porta. Nel frattempo Inzaghi aumenta la densità nella sua metà campo, inserendo Antei al posto di Improta. 4 minuti dopo Marcolini si gioca l’ultimo cambio, gettando nella mischia Pucciarelli al posto di un esausto Djordjevic. Proprio il nuovo entrato si rende pericoloso all’84’, con una conclusione che termina fuori di poco. Chievo ad un passo dal pareggio tre minuti dopo: Cotali entra in area dalla sinistra e mette in mezzo, conclusione al volo di Garritano e respinta con i piedi di Montipò. Ancora un’occasione clivense all’89’ quando su punizione di Esposito, Tuia spizza di testa manda il pallone sul palo. Poco dopo Montipò respinge un pallone calciato da Giaccherini e Vaisanen, quasi dalla linea di fondo, calcia alle stelle. L’ultimo tentativo del Chievo arriva nel corso del quinto minuto di recupero, con una conclusione da fuori area di Dickmann bloccata da Montipò.

Il match termina con la vittoria del Benevento per 2-1. La capolista allunga ulteriormente sul Pordenone (sconfitto per 4-0 a Salerno), mentre il Chievo conosce una nuova giornata amara.


TODOmercadoWEB.es - El sitio del mercado futbolístico actualizado 24 horas al día

Altre notizie Chievo

   Editore: TMW NETWORK s.r.l. - Partita IVA 02210300519 Privacy Policy