Menu Primo pianoCalciomercatoIntervisteEsclusive TBCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie B ascolibaribresciacatanzarocittadellacomocosenzacremoneseferalpisalòleccomodenapalermoparmapisareggianasampdoriaspeziasudtirolternanavenezia
tb / brescia / Calcio femminile
Italia, la veterana Sara Gama annuncia l'addio: "Viaggio straordinario durato 20 anni"TuttoB.com
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
lunedì 19 febbraio 2024, 18:52Calcio femminile
di Tommaso Maschio
per Tuttomercatoweb.com

Italia, la veterana Sara Gama annuncia l'addio: "Viaggio straordinario durato 20 anni"

Convocata in vista delle sfide amichevoli contro Irlanda e Inghilterra, la centrale difensiva Sara Gama - vera e propria icona del calcio femminile italiano - ha annunciato il suo addio alla maglia azzurra dopo oltre 20 anni fra giovanili e prima squadra in cui ha contribuito in maniera determinante alla crescita del movimento. Venerdì a Firenze contro l'Irlanda per Gama sarà l'ultima gara con la maglia azzurra sulle spalle. Questo il post della calciatrice classe '89 della Juventus in cui saluta l'azzurro:

"Oggi annuncio la decisione di lasciare ufficialmente la Nazionale Italiana.
È stato un viaggio straordinario che, iniziato quasi vent’anni fa dalle nazionali giovanili, è passato attraverso incredibili emozioni e grandi cambiamenti.

Ho dato tutto e deciso di lasciare d’accordo con il CT che fin da subito, con grande rispetto, ha condiviso con me ogni passaggio di questo momento.
Ho deciso di lasciare adesso, all’inizio di un nuovo ciclo nel quale ho dato il mio contributo per gettare solide fondamenta per il futuro e trasmettere i giusti valori a un gruppo che ha nuovamente dimostrato le sue grandi potenzialità. Lascio qui, dove tutto è iniziato, passando dalla nostra Coverciano e da una città che gli appassionati sanno esser stata testimone d'importanti passi della nostra Nazionale.

Qui, nella culla del nostro calcio, dove sono cresciuta e ho imparato molto dalle persone che ho incontrato sul mio cammino.
E allora grazie a tutti coloro che hanno condiviso la nostra storia. Alla mia famiglia, alle mie compagne, agli staff, agli addetti ai lavori, ai tifosi. A tutte e tutti noi che, insieme, siamo l’azzurro.

Ho usato il mio corpo e la mia mente per giocare. Li ho usati anche per parlare e cercare di ispirare, dentro e fuori dal campo. Oggi posso dire che alcune di queste parole e gesti sono serviti. Questa consapevolezza e l'amore per questo gioco e questa maglia sarà quanto porterò con me. Grazie a chi mi ha voluto bene e si è sentito rappresentato con me in questa maglia Azzurra. Di certo, io mi sono sentita espressa in essa. Grazie alle persone, perché sono le persone che fanno la differenza e noi ne abbiamo fatta tanta".