HOME  | REDAZIONE  | NETWORK  | MOBILE EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI  | RSS  
TMW Radio
  HOME tb » benevento » News H24
Cerca
Sondaggio TMW
SERIE B: QUAL E' LA SQUADRA CHE HA DELUSO DI PIU'?
  PARMA
  BENEVENTO
  FROSINONE
  CROTONE
  PORDENONE
  ALESSANDRIA
  SPAL
  PISA
  PERUGIA
  COMO

Conferenza stampa del ds Foggia e del tecnico Caserta: "Pronti a ripartire con maggiore rabbia"

14.06.2022 12:13 di Claudio Donato    per tuttobenevento.it  

Giornata di conferenza stampa per il ds Foggia e il tecnico Fabio Caserta, i quali hanno risposto alle domande dei media presenti.

Il ds Foggia: "La forza di ripartire c'è,  anche se la delusione resta dentro perché eravamo a un passo da un traguardo diverso. Ripartiamo con una rabbia maggiore. Abbiamo giocatori importanti e cercheremo di coprire dei vuoti lasciati da quelli che sono andati via. Gli obiettivi non si sbandierano ma  l'intento è quello di fare un campionato dignitoso. Ci sarà un mix di giovani ed esperti. Sarà il campo a dare il giudizio finale. Lapadula, è inutile nasconderlo, è stato un caso e ci siamo chiariti. Da allora in poi è stato importante per noi. Quello che verrà lo dirà il mercato. Per noi è un calciatore importante. Glik avrà il mondiale e ci saranno delle valutazioni anche su questo aspetto dal punto di vista del mercato. Riportare la gente allo stadio è un valore aggiunto. Uni stadio pieno ti dà qualcosa in più. Il contratto con Fabio è improntato a dare continuità al progetto. Metteremo a sua disposizione una rosa funzionale.

Tranne i cinque giocatori che sono andati via, abbiamo una rosa con elementi di proprietà. Ringrazio Sau per gli anni trascorsi a Benevento. Un ragazzo che ha sempre dato il massimo. Partiamo da una base importante anche se è normale che ci sarà qualcosa da fare. Gli acquisti a parametro zero potrebbero avere  anche un profilo giovane. Faccio i complimenti a Natino Varrà che andrà a fare un grande lavoro con il Potenza. Con il mister c'è un contatto quotidiano e sappiamo dove intervenire. Non abbiamo ricevuto richiesta di calciatori che vogliono andare via. Ci sono state semplici chiamate informali con altri club per i nostri calciatori.  Le dimissioni del presidente sono state vissute con amarezza. Lui ci mette tanta passione ma poi sappiamo quanto sia forte la sua passione. Siamo contenti che continui a fare calcio a Benevento.

Personalmente è la sesta stagione qui. Fa piacere essere apprezzati da altre società ma per me il Benevento  è un punto di arrivo. Ho vissuto cose che  valgono tanto. Ho comunicato poco con voi ed è un errore al quale cercherò di rimediare. Il settore giovanile sta lavorando bene perché ha portato quasi tutte le categorie a disputare i play off. Avere in prima squadra dei giovani in pianta stabile non è facile. Se hai dei fenomeni il discorso è diverso. Vedi Carnesecchi, Gaetano del Napoli. La volontà di costruire qualcosa di importante c'è. Non abbiamo squadre satellite. Ci sono rapporti che si creano negli anni e possono offrire ai nostri giovani delle opportunità.

Se vinci sei un fenomeno e se perdi no. È il calcio che va così. Uno vorrebbe sempre essere apprezzato da tutti ma non succederà mai. Io ci metto sempre il massimo e cercherò di dare tutto per il Benevento. Il riscatto di Elia è alto. Stiamo facendo delle riflessioni per cercare di riaverlo in prestito. Per Paleari stiamo lavorando, abbiamo un diritto di opzione che si può esercitare dal 15 al 17 giugno.  Vogliacco aveva  un prestito secco e sono valutazioni che sta facendo il Genoa. Il calciatore si è trovato benissimo e vorrebbe continuare a lavorare qui.  Ionita è attenzionato anche da altri club e valuteremo con lui il percorso da fare. Chi non ha avuto molto spazio andrà a giocare. Pastina e Talia restano con noi. Talia ha avuto un grande miglioramento. È un ragazzo con grandi doti umane. Pastina ha davanti Barba ma è un elemento importante per la rosa".

Caserta: "Al di là dei contratti la cosa importante è aver fatto un campionato positivo. Poteva andare meglio ma con tutte le problematiche lo ritengo positivo. Essere messi in discussione fa parte del nostro mestiere. Si riparte con la consapevolezza di poter fare sempre meglio. Spetta solo al lavoro far ricredere le persone. Abbiamo basi importanti e quindi ripartiamo da questo. Spetterà al direttore fare gli innesti giusti e trovare gli elementi che faranno parte di questo progetto. Abbiamo un anno di lavoro fatto insieme. La base è buona e resto sempre dell'avviso che i sistemi di gioco siano dettati dai calciatori. Ripartiamo dalle certezze che abbiamo avuto nello scorso campionato e dallo stesso sistema di gioco.

Sarà il campo a stabilire gli obiettivi. Ci sono squadre importanti ma daremo il massimo. Non abbiamo mai sottovalutato l'importanza del covid, ma non cerchiamo alibi. Nel periodo migliore, al di la del covid, ci sono venuti a mancare calciatori importantissimi. C'è stata una fase nella quale abbiamo perso contemporaneamente Elia, Viviani, calciatori che in quel preciso momento avevano dato una certa identità alla squadra. Venivamo da cinque vittorie consecutive. Un po' siamo stati condizionati.

Nell'arco di un mese abbiamo dovuto giocare otto volte perchè bisognava recuperare la gara con il Cosenza. Le altre, invece, hanno giocato sei volte. Non sono alibi ma nel momento finale hai pagato il dispendio di energie di alcuni elementi che avevano dato tanto. Tante scelte sono state dettate dal covid e dagli infortuni.  Abbiamo un confronto quotidiano con la società. Quando c'è rispetto dei ruoli va tutto bene. Il ds sa i calciatori che a me piacciono. Da migliorare c'è molto. Ho commesso anche io degli errori, ma la mia carriera di allenatore è anche abbastanza giovane. Non credo che la rotazione dei calciatori sia stato il vero problema. Le valutazioni sono sempre state fatte con cognizione di causa. Ribadisco che rifarei tutte le scelte che ho fatto. Cercheremo di migliorare sul campo alcune cose. Chiederò ai ragazzi di lottare gara dopo gara.

Giocare con il pubblico dalla tua parte è un aspetto che conta molto. Sono rimasto perché c'è fiducia e stima reciproca. Sto bene e lavoro con persone che fanno di tutto per dare il massimo. Personalmente frequento Benevento molto di più di quanto possiate pensare, nonostante io non abbia qui la mia famiglia. Ci sono i presupposti per riprendere il discorso che abbiamo lasciato qualche mese fa. Rispetto all' anno scorso ci saranno vantaggi per tutte le squadre. Ci sarà modo per poter preparare bene le gare.  Dopo la partita con il Pisa abbiamo subito parlato con il presidente. Mi fa piacere che abbia deciso di continuare il nostro rapporto. Evidentemente c'è stima reciproca".


TODOmercadoWEB.es - El sitio del mercado futbolístico actualizado 24 horas al día

Altre notizie Benevento

   Editore: TMW NETWORK s.r.l. - Partita IVA 02210300519 Privacy Policy