HOME  | REDAZIONE  | NETWORK  | MOBILE EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI  | RSS  
  HOME tb » benevento » IN PRIMO PIANO
Cerca
Sondaggio TMW
CREMONESE: SERVIVA IL CAMBIO IN PANCHINA?
  SI
  NO

Dall'Imbriani - Bucchi striglia la squadra "tiriamo duecento volte ma non segniamo mai c....". Infortunio al ginocchio per Antei

08.05.2019 15:00 di Gerardo De Ioanni    per tuttobenevento.it   articolo letto 36 volte

 Archiviato il doppio impegno della settimana scorsa contro Crotone prima e Padova poi, in casa Benevento è tempo di pensare alla trasferta di Brescia, ultima gara di campionato, prima di immergersi completamente nei play-off.

Le notizie che giungono dall’allenamento a porte aperte svoltosi questa mattina all’Imbriani, in vista della sfida con le Rondinelle e soprattutto in vista dei play-off, non sono delle migliori. Sul finire della seduta, infatti, si è infortunato il difensore Luca Antei che all’improvviso si è accasciato al suolo lamentando un fastidio al ginocchio sinistro. L’ex Sassuolo è stato immediatamente soccorso e ha lasciato il terreno di gioco sulle proprie gambe, pur zoppicando. Una vera e propria tegola per mister Bucchi che già deve fare i conti con gli infortuni di Maggio, Ricci, Asencio, Tuia e Del Pinto, oltre che con le diffide di Coda, Di Chiara, Crisetig e Caldirola. Lo sfortunato Antei sabato avrebbe dovuto sostituire proprio Caldirola per evitare che il colosso di Desio incorresse in un’ammonizione che gli farebbe salare l’andata delle semifinali play-off. Considerata la posta in palio sabato (nulla praticamente), difficilmente si rischierà Antei e quindi, tenuto conto della diffida di Caldirola, Bucchi ha il difficile compito di trovare un compagno di reparto a Volta. La soluzione è tutt’altro che semplice considerato anche le assenze degli altri due centrali presenti in rosa Tuia e Costa che anche quest’oggi non si sono allenati al pari di Asencio, Puggioni, Ricci, Del Pinto e Maggio. Solo differenziato, invece, per Nicolas Viola e Massimo Coda, con il bomber di Cava che, molto probabilmente, verrà anche lui risparmiato sabato sempre per la questione diffide.

Il resto della squadra, dopo una prima fase di riscaldamento, ha svolto esercitazioni di possesso palla, provando specifiche situazioni di gioco. Il più in forma di tutti si è mostrato proprio mister Bucchi che ha prima catechizzato Armenteros e poi spronato in maniera netta e senza peli sulla lingua l’intera squadra ad avere maggiore intensità e a essere più cinici sotto porta: “Tiriamo duecento volte a partita, non segniamo mai c…”.

Un Bucchi parso caricato a molla e intenzionato a tenere alta la concentrazione dei suoi in vista dei play-off, conscio che si sta entrando nel momento decisivo della stagione e che quest’ultimo mese dirà molto anche sulla sua storia nel Sannio.

La seduta si è conclusa con la classica partitina a campo ridotto cui hanno preso parte anche Mirko Savini, secondo di Bucchi e Ivan Tisci, collaborato tecnico, ma non Armenteros. Per la cronaca la sfida in famiglia si è chiusa 3-2 per i “verdi”. Sul finire, Insigne, schierato con i “rossi” fallisce il penalty del pareggio, complice una gran parata di Montipò.


TODOmercadoWEB.es - El sitio del mercado futbolístico actualizado 24 horas al día

Altre notizie Benevento

Le più lette
   Editore: TMW NETWORK s.r.l. - Partita IVA 02210300519 Privacy Policy