Menu Primo pianoCalciomercatoIntervisteEsclusive TBCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie B ascolibaribresciacatanzarocittadellacomocosenzacremoneseferalpisalòleccomodenapalermoparmapisareggianasampdoriaspeziasudtirolternanavenezia
tb / ascoli / Serie B
FeralpiSalò-Ascoli 0-1, le pagelle: Viviano e Masini regalano all'Ascoli tre punti fondamentaliTuttoB.com
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
sabato 24 febbraio 2024, 16:20Serie B
di Mattia Carletti
per Tuttomercatoweb.com

FeralpiSalò-Ascoli 0-1, le pagelle: Viviano e Masini regalano all'Ascoli tre punti fondamentali

Risultato finale: FeralpiSalò-Ascoli 0-0

FERALPISALÒ
Pizzignacco 5,5 - Non riesce a dare sicurezza alla propria difesa complice anche una brutta uscita che porta al gol di Masini. Nel finale ipnotizza nell'uno contro uno D'Uffizzi e tiene in gioco la sua squadra.

Balestrero 6 - Gioca una partita fisica con molti falli sia commessi che ricevuta, cerca di dare equilibrio alla sua squadra facendosi vedere anche durante la gestione del pallone

Ceppitelli 6 - Domina di testa nella sua area di rigore, non si rende pericoloso ma riesce a dare sicurezza e arginare i palloni in profondità dell’Ascoli.

Martella 6 - Partita di sacrificio, corre sia in attacco che in difesa facendo molte sovrapposizioni e aiutando la sua squadra in ambe le fasi, mette anche un paio di cross interessanti che però gli attaccanti non sfruttano.

Bergonzi 5,5 - Fatica a saltare il diretto avversario e non riesce a creare occasioni per la sua squadra, nei primi 45 minuti non calcia mai in porta. Dal 62’ Letizia 6,5 - Buona la sua gara che da subentrato fornisce la scossa alla sua squadra, soltanto una super parata di Viviano gli nega il gol del pareggio.

Kourfalidis 6 - Cerca di gestire il possesso palla e prova anche la conclusione da fuori area anche se viene molto spesso respinta dal muro bianconero.

Fiordilino 5,5 - Poco presente a centrocampo, non si fa vedere molto complice anche una partita davvero spezzettata con molti falli sia da una parte che dall’altra.

Di Molfetta 6 - Insieme a Felici formano un’asse pericolosa per l’Ascoli. Molti pericoli arrivano da quella fascia grazie a triangolazioni oppure attraverso dei suoi cross. Dall’82’ Pietrelli s.v.

Felici 6,5 - Un bel primo tempo giocato per l’esterno dei Leoni di Garda che riesce più volte a mettere in difficoltà il suo avversario procurandosi punizioni da buone posizioni, mettendo cross e anche arrivando alla conclusione.

Manzari 5,5 - Nel primo tempo si fa ammonire sprecando anche un’occasione nei primi minuti che avrebbe potuto cambiare l’intera gara. Nel primo tempo, eccetto quell’azione, non si rende mai davvero pericoloso e viene difeso bene dal muro bianconero. Nel finale solo il Var riesce a negargli la gioia del gol.

Butic 5 - Poco presente in attacco, non si va notare e non riesce mai a calciare in porta se non da fuori area, complice una buona partita dei difensori dell’Ascoli. Dal 62’ La Mantia 6 - Cerca di rendersi pericoloso. L’occasione del possibile vantaggio di Kourfalidis è propiziata da un suo colpo di testa.

Marco Zaffaroni 5,5 - La sua squadra costruisce ma non riesce a concludere. Diversi i cross arrivati sulle fasce ma nessuno è pronto a spingere il pallone in porta. La FeralpiSalò nonostante inizia il match molto bene successivamente cala e dopo aver subito il gol subisce il colpo.
ASCOLI
Viviano 7 - Ordinaria amministrazione nel primo tempo per il portiere dell’Ascoli che non viene quasi mai chiamato in causa se non per delle semplici parate. Nel secondo tempo invece si mette in mostra sfoderando una grande parata sulla conclusione a botta sicura di Letizia.

Mantovani 6,5 - Il ragazzo si impegna molto e lotta su ogni pallone, vincendo diversi duelli. Inoltre riesce ad anticipare Kourfalidis con un grande intervento nel secondo tempo.

Bellusci 6 - Buona la prestazione del centrale difensivo che riesce ad arginare le offensive avversarie, rendendo innocui gli attaccanti avversari.

Vaisanen 6 - Offre equilibrio nella fase difensiva della sua squadra, riuscendo a fermare Bergonzi e non facendo mai preoccupare i suoi compagni di squadra .

Falzerano 6 - Subisce le avanzate di Felici facendo fatica a fermarlo, in fase offensiva non è molto presente. Nel secondo tempo la sua pericolosità cala drasticamente anche perché la squadra di Castori ha difeso il vantaggio ma aumenta il suo apporto in difesa.

Masini 7 - Bella prestazione del centrocampista dell’Ascoli che oltre a segnare un gol pesantissimo riesce ad aiutare i compagni in fase offensiva e di gestione palla. Dal 46’ Milanese 6 - Partita di sacrificio del centrocampista che nel secondo tempo come tutta la squadra di Castori difende il vantaggio cercando, per quanto possibile, di gestire il possesso.

Di Tacchio 6 - Nonostante l’ammonizione subita non gioca male disputando una partita prettamente difensiva, aiutando i compagni e allontanando i pericoli creati dai Leoni di Garda

Zedadka 5 - Non bellissima la sua prima partita titolare, tocca pochissimi palloni e non si rende mai pericoloso. Dal 78’ Celia s.v.

Mendes 6 - Anche per lui pochi palloni toccati, una sola verticalizzazione degna di nota nei minuti finali che manda in porta D’Uffizzi che però spreca l’occasione del 2-0.

Rodriguez 5,5 - Poco incisivo nei primi 45 minuti dovuto anche dal fatto che non era al 100%, non si rende pericoloso e al quarantesimo si fa ammonire ingenuamente. Dal 46’ Streng 5,5 - Entra e dopo un minuto riceve l’ammonizione, successivamente si infortuna ed esce dopo appena 13 minuti. Dal 58’ D’Uffizi 5 - Poco pericoloso e nel momento di poter chiudere la partita si fa ipnotizzare da Pizzignacco tirandogli il pallone addosso.

Valzania 5,5 - Anche lui non molto pericoloso e anche lui è costretto ad uscire per problemi muscolari. Poco da segnalare nella sua partita. Dal 68’ Giovane 6 - Fornisce un apporto in fase difensiva e soprattutto si fa notare molto per gestire il pallone facendo trascorrere i minuti.

Fabrizio Castori 6 - La sua squadra non approccia benissimo la partita ma dopo il gol riesce a difendere benissimo il vantaggio concedendo poco agli avversari. Nel finale si fa espellere per qualche parola di troppo.