Menu Primo pianoCalciomercatoIntervisteEsclusive TBCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie B ascolibaribresciacatanzarocittadellacomocosenzacremoneseferalpisalòleccomodenapalermoparmapisareggianasampdoriaspeziasudtirolternanavenezia
tb / ascoli / Primo Piano
Ascoli, non esiste il caso Botteghin: l'obiettivo e restare uniti per la salvezza
domenica 18 febbraio 2024, 20:00Primo Piano
di Redazione TuttoAscoliCalcio
per Tuttoascolicalcio.it

Ascoli, non esiste il caso Botteghin: l'obiettivo e restare uniti per la salvezza

Il brasiliano è stato escluso con la Cremonese.

Non esiste nessun caso Botteghin ma è chiaro che la decisione presa da Castori, di lasciare fuori il brasiliano con la Cremonese, abbia lasciato un po' tutti perplessi. Il tecnico bianconero ha escluso Botteghin mandando in campo il tridente difensivo composto da Vaisanen, Bellusci e Mantovani. Tutti e tre hanno sfornato una prova a dir poco perfetta, tanto che l'Ascoli è riuscito a non subire gol, cosa che non accadeva da tempo.

Nelle ultime due partite con Botteghin in campo, l'Ascoli ha incassato 5 reti da Sudtirol e Catanzaro. E' chiaro che, se l'Ascoli ha preso così tanti gol la colpa non è di Botteghin ma dell'intera fase difensiva. Il fatto che il brasiliano non sia stato schierato in campo e l'Ascoli non abbia preso gol quindi è un puro caso. La Cremonese, nonostante i suoi attaccanti, non si è poi così resa pericolosa dalle parti di Viviano, segno che l'intera fase difensiva ha funzionato a dovere.

In molti si schierano con Botteghin, altri con Castori, ma la realtà è che tutti devono remare dalla stessa parte per il bene dell'Ascoli. Ne è la dimostrazione Bellusci che ha giocato da capitano con la Cremonese ma che, al momento dell'ingresso in campo di Botteghin ha ceduto la fascia al brasiliano. Segno che non importa chi giochi, quello che conta è che tutti diano il massimo per la maglia dell'Ascoli, anche a costo di finire in panchina.