HOME  | NEWS TICKER  | NETWORK  | REDAZIONE  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO  | CONTATTI  | MOBILE  | RSS  
PRIMO PIANO:
 
  HOME TMW » latina » La Rassegna Stampa
La Rassegna Stampa

10 anni di rimpasti e grandi successi

29.12.2016 10:00 di Marco Ferri    per tuttolatina.com   articolo letto 33 volte
Fonte: Il Giornale di Latina
10 anni di rimpasti e grandi successi
© foto di Federico Gaetano/TuttoLegaPro.com

Certi amori fanno dei giri immensi e poi finiscono. La svolta epocale in seno al Latina, destinata a chiudere un ciclo durato due lustri, segna soprattutto il tramonto di un’era sportiva: quella di Pasquale Maietta. Negli ultimi dieci anni, infatti, il nome del club è stato legato a doppio filo a quello del deputato, un legame viscerale che solo di recente ha scoperchiato un pericoloso sommerso. Accanto alla sua figura se ne sono distribuite diverse, le cui ambizioni e capacità sono state sovente inghiottite dal suo carisma fino al più naturale dell’epilogo. E fino alla fine.

TR(E)IONFI… - Una cavalcata durata dieci anni e vissuta tutta d’un fiato. Il gruppo dirigente che ha chiuso i battenti ieri aveva affondato le radici all’alba del 2007, quando la Virtus – espressione del comitato “Latina per Latina” formato da vecchie glorie nerazzurre e volti noti dello sport locale -, acquisì il titolo dal Real (di Borgo Santa Maria) sotto l’egida di Vincenzo D’Amico. Si ripartì dalla periferia del pallone e con Marco Ghirotto sulla torre di comando, in quella Promozione che tanto somigliava a una guerra di periferia: Sezze, Bassiano, Priverno, Scauri Minturno, Sa.Ma.Gor, Borgo Flora, Terracina, Pontinia e Nettuno (in rigoroso ordine di classifica) le avversarie da domare, con la Pescatori Ostia che venne bruciata sul filo di lana solo all’ultima giornata.

…E RIMPASTI - A braccia alzate i nerazzurri hanno imparato a viaggiare presto, tra un riassetto e l’altro. Conquistata la massima categoria regionale, infatti, l’establishment si rifece il make-up completo: Michele Condò assunse il ruolo di massimo dirigente, Nando Leonardi quello di vicario e lo stesso D’Amico presidente onorario. Tre sono i vice. Accanto a quelli di Damiano Coletta (area tecnica) e Daniele Mariani (responsabile marketing e comunicazione) compare per la prima volta il nome di Maietta, al quale viene appaltata la supervisione dell’area economico finanziaria. E sul campo? L’Eccellenza rivela un volto più aspro e Ghirotto non riesce a fare buon viso a cattivo gioco, diventando suo malgrado il primo tecnico esonerato. Gli subentra Sibilia, che confeziona un capolavoro in pochi mesi, superando in volata Fondi e Pisoniano e regalando alla città l’approdo nell’anticamera del professionismo.

LA DOPPIETTA PRO - La fusione operata tra Capitani e Condò, che dalle ceneri di Fc e Virtus danno vita all’attuale Us Latina Calcio, non si traduce immediatamente in successi sul rettangolo verde. Scalato grazie a un ripescaggio l’ultimo gradino rimanente per tornare nell’elite del calcio, la squadra – passata nel frattempo nelle mani di Stefano Sanderra -, torna a mietere vittime un anno più tardi, nel 2010, in concomitanza col disimpegno di Coletta “per divergenze di vedute sul programma societario e su alcune linee di condotta”. Ad accorgersene sono in pochi, se è vero che l’impatto sull’economia del campionato è pari allo zero. Polani e compagni si rendono autori di una sinfonia monocorde che li vede perdere una sola volta in 30 gare e li conduce senza tentennamenti in Prima Divisione. Un anno di apprendistato e sofferenze, culminato con la salvezza mediante i play-out, prelude la nuova e più significativa svolta. Il 29 luglio del 2012 Fabrizio Colletti fa il suo ingresso nell’organigramma, propedeutico a quello della madre Paola Cavicchi, che il 5 settembre assume la carica di presidente. Ad intervallare le due circostanze c’è il disimpegno di Condò, determinato in parte dall’aggravarsi delle condizioni in salute e in parte dalle insanabili divergenze con l’avvocato e figlio d’arte. Come spesso accaduto, alle nuove strette di mano nelle stanze dei bottoni fanno da corollario le medaglie appuntate sul petto dei calciatori. Si parte con Pecchia, si finisce ancora con Sanderra nove mesi più tardi: in mezzo ci sono il primo e unico trofeo tra i professionisti, la Coppa Italia di Lega Pro levata sotto il cielo del Francioni ad aprile, e il raggiungimento del massimo traguardo, quel balzo in B centrato dalla porta secondaria dei play-off.
Chi rintraccia nella data del 16 giugno 2013 lo zenit delle aspirazioni viene repentinamente smentito. Perché il Latina “nato” nel 2012 fiuta il profumo della vetta più alta e prova a raggiungerla, nonostante una partenza ad handicap. L’avvento di Breda origina una rincorsa frenetica che si interrompe a 90’ dalla promozione diretta ma garantisce l’alternativa dei play-off. Proprio alla vigilia dell’andata della finale col Cesena il nuovo equilibrio societario viene intaccato. È il 13 giugno 2014 quando Maietta – ormai da tempo unico superstite della cordata iniziale -, abbandona la carica di vice per ricoprire quella di co-presidente, andando a rappresentare insieme alla Cavicchi l’organo esecutivo. Il rimescolamento, viene sottolineato nel momento dell’annuncio, testimonia come il club sia intenzionato a proseguire il proprio lavoro puntando sull'affiatato gruppo “tutto pontino” capace di portare il Latina alla ribalta del calcio italiano. Gli è mancato l’ultimo scalino, quello senza il quale – secondo i beninformati -, il tesoriere di Fratelli d’Italia non avrebbe mai passato la mano. Ma le 342 gare di campionato messe alle spalle, le 137 vittorie, i tre campionati (due regionali e uno nazionale) conquistati e il doppio terzo posto (Lega Pro e B) all’attivo, non possono che far esprimere un giudizio positivo sul prodotto lasciato. (Almeno) sportivamente parlando.

I NUMERI DELLA SOCIETÀ NATA NEL 2007

Stagioni: 10
Campionati vinti: 3
Gare di campionato: 342
Vittorie: 137
Pareggi: 123
Sconfitte: 82
Punti totali: 534
Media punti: 1,56
Gol fatti: 438
Gol subiti: 333


TODOmercadoWEB.es - El sitio del mercado futbolístico actualizado 24 horas al día

Articoli correlati



Altre notizie Latina

Ex nerazzurri - Sowe non segna, Paponi si fa espellere
Tuttosport - Galabinov a 4' dalla fine fa godere un bel Novara
Qui Ternana - Di Noia: "Col Latina non possiamo sbagliare"
Le più lette
Sondaggio TMW
MATRICOLE ECCELLENTI, CHI VI HA SORPRESO DI PIU' ?
  BENEVENTO
  CITTADELLA
  SPAL


   Editore: TMW NETWORK s.r.l. - Partita IVA 02210300519 Norme sulla privacy | Cookie policy 
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.