HOME  | NEWS TICKER  | NETWORK  | REDAZIONE  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO  | CONTATTI  | MOBILE  | RSS  
PRIMO PIANO:
 
  HOME TMW » latina » La Rassegna Stampa
La Rassegna Stampa

Il Latina sale sull'8 volante. È Scaglia l'uomo della svolta

12.12.2016 19:59 di Marco Ferri    per tuttolatina.com   articolo letto 55 volte
Il Latina sale sull'8 volante. È Scaglia l'uomo della svolta
© foto di Federico Gaetano

Gli uomini giusti al posto giusto. Se il Latina ha ribaltato il preoccupante passo di gara che aveva scandito il suo avvio di stagione, trovando una continuità di risultati che la rende una delle quattro squadre imbattute nell’ultimo mese e mezzo (al pari delle matricole Benevento e Spal e del Perugia), lo deve al pieno recupero di alcune delle sue pedine più preziose e al reinserimento al centro del progetto tattico di quelle che avevano fatto la differenza nel passato campionato. Più che un’intuizione, quella adottata da Vivarini è stata una scelta dettata da cause di forza maggiore, con le numerose assenze che gli hanno via via suggerito di snellire una mediana imbottigliata aprendo quelle “corsie preferenziali” che avevano fatto le fortune dei suoi predecessori, non ultimo Carmine Gautieri.
La copertina del miracolo Del Duca se l’è presa di diritto, grazie alle due reti realizzate, l’uomo che maggiormente ha beneficiato della rivoluzione: Luigi Alberto Scaglia. Se gli effetti benefici in Mariga e soci sono visibili a occhio nudo, quelli del jolly di Chiari sono suffragati dai numeri. Ad Ascoli ha infatti siglato il quarto gol nelle ultime sei giornate, in un’escalation iniziata esibendo la specialità del calcio da fermo e accompagnata da una promessa: “Questo sarà un punto di partenza per me e per la squadra, dimostreremo a tutti di poter crescere ancora e valere molto di più”. Tradurre una delle tante rassicurazioni abusate dell’universo pallonaro in fatti concreti è stato più facile del previsto, se è vero che da allora – dieci giorni dopo aver sfornato il primo assist della stagione (in favore di Regolanti a Vercelli), non ha più smesso di incidere. A segno ancora con un inserimento con la Salernitana, l’ex Brescia si è ripetuto evidenziando le stesse qualità contro l’undici di Aglietti: prima con un piazzato (agevolato dall’incertezza di Lanni) e poi con un assalto alla garibaldina condito da un rasoterra di insospettabile potenza a sublimare un repertorio completo.

INVERSIONE - Da un eccesso all’altro. Sballottato senza costrutto da una parte all’altra del campo (quinto in entrambe le fasce, mezzala e solo in un’occasione ala pura) da agosto ad ottobre, Scaglia è tornato ad essere determinante quando gli è stato permesso di recitare a braccio, sgravato da uno spartito fin troppo tradizionale per il suo estro. Garantitagli continuità di utilizzo dopo due rinunce (Trapani e Carpi) più che opinabili, ha partecipato attivamente al 57% delle azioni trasformate in gol da novembre in avanti. In precedenza, invece, il suo bottino si era attestato su un misero 7% che aveva risentito solo parzialmente del doppio turno di squalifica derivante dalla sciocca espulsione rimediata a Novara e che lo aveva costretto a saltare i match con Ternana e Cesena. Costipato in un ruolo che poco si confaceva alle sue doti, il pupillo di Beretta (fu il tecnico milanese il primo a caldeggiarne un acquisto che si è concretizzato in differita, con un anno di ritardo) ha rischiato di disperdere un patrimonio al quale il Latina non può, né sa, davvero fare a meno.

GOL PESANTI - Quelle di sabato sono state rispettivamente le marcature numero 33 e 34 da professionista, otto e nove con la casacca nerazzurra. Ad eccezione della prima in assoluto, vanificata nell’ottobre di un anno fa dall’uno-due barese a firma Valiani-Rosina, e da quella timbrata a Salerno nell’aprile scorso, tutte hanno portato in dote punti. Tre di queste sono arrivate su calcio piazzato (Viviani si fermò a cinque nella sua avventura a Latina), le altre sei su azione. Sabato ha inoltre realizzato la sua prima doppietta in carriera in serie B, una soddisfazione personale che si era tolto soltanto in Lega Pro, nel febbraio 2011 con la casacca della Cremonese, consecutivamente contro Pavia e Lumezzane.

RITORNO AL FUTURO - Come valorizzare ulteriormente i due fiori d’arancio recapitati a Lanni? La ghiotta opportunità si presenta già sabato prossimo, quando al Francioni farà scalo una fetta ingombrante del suo passato, quel Brescia che lo ha cresciuto anche calcisticamente e lo ha ripudiato alla prima occasione, con il fardello dei fischi copiosi piovuti addosso alla prima occasione da ex, nell’ottobre di un anno fa nel pomeriggio del canto del cigno di Iuliano. Appresa l’arte delle punizioni dai mostri sacri Baggio e Guardiola, dai quali (per sua stessa ammissione) ha carpito i trucchi del mestiere da giovanissimo, chissà che non gli venga lo sfizio di pareggiare il bottino dell’anno scorso – quando concluse il primo anno in terra pontina con cinque firme -, già alla prima occasione utile.

IL CAMPIONATO DI SCAGLIA IN CIFRE
Presenze: 16
Da titolare: 14
Minuti in campo: 1267
Cartellini rossi: 1
Cartellini gialli: 1
Reti: 4
Assist: 1
Media punti: 1,12

IL PRIMO CAMPIONATO DI SCAGLIA IN NERAZZURRO
Presenze: 39
Da titolare: 34
Minuti in campo: 2961
Cartellini gialli: 8
Reti: 5
Assist: 9
Media punti: 1,15

I GOL DI SCAGLIA SQUADRA PER SQUADRA (tra parentesi le presenze)
Latina: 9 (58)
Brescia: 11 (158)
Cremonese: 4 (12)
Torino: 2 (24)
Lumezzane: 8 (56)

LE DOPPIETTE DI SCAGLIA IN CARRIERA
06/02/2011, Lega Pro: Cremonese-Pavia 2-1
13/02/2011, Lega Pro: Lumezzane-Pavia 2-2
10/12/2016, Serie B: Ascoli-Latina 2-2


TODOmercadoWEB.es - El sitio del mercado futbolístico actualizado 24 horas al día

Articoli correlati



Altre notizie Latina

Ex nerazzurri - Sowe non segna, Paponi si fa espellere
Tuttosport - Galabinov a 4' dalla fine fa godere un bel Novara
Qui Ternana - Di Noia: "Col Latina non possiamo sbagliare"
Le più lette
Sondaggio TMW
MATRICOLE ECCELLENTI, CHI VI HA SORPRESO DI PIU' ?
  BENEVENTO
  CITTADELLA
  SPAL


   Editore: TMW NETWORK s.r.l. - Partita IVA 02210300519 Norme sulla privacy | Cookie policy 
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.