Mercoledì 16 Aprile 2014
FLASH NEWS
PROMOZIONE DIRETTA: CHI INSIEME AL PALERMO IN SERIE A?
  
  
  
  
  
  
  
  

Daily Network
© 2014
FLASH NEWS

"Per noi era come un figlio": Oggi l'autopsia, funerali a Bergamo

16.04.2012 17:20 di Federico Errante  articolo letto 363 volte
Fonte: ecodibergamo.it
© foto di Federico De Luca

«Per noi Piermario era come un figlio, dopo 5 anni di fidanzamento con mia figlia non poteva essere altro, inoltre era molto facile che entrasse nel cuore delle persone. Non è stato difficile volergli bene da subito». Lo ha detto Mariella Vavassori, la madre di Anna, fidanzata di Piermario Morosini.

«Piermario non aveva avuto mai problemi fisici. Mia figlia era davanti alla tv quando si è verificato il dramma e ha capito subito. Per quello siamo partiti da Bergamo immediatamente e abbiamo saputo in viaggio che era morto» ha detto Mariella Vavassori. «Era una persona bella, umile. Il ricordo più bello? Il suo sorriso, nonostante ogni tanto avesse un velo di tristezza nei suoi grandi occhi» aggiunge Mariella. E a proposito dell'auto della Polizia Municipale che ostacolava il passaggio dell'ambulanza, la donna ha sottolineato: «Non c'è rabbia, assolutamente. È capitato perchè doveva capitare».

Intanto Livorno continua a piangere il suo calciatore. Per ricordarlo si vuole ritirare la maglia numero 25, proposta partita da Aldo Spinelli e che difficilmente sarà disattesa. «È la volontà del presidente - ha dichiarato il responsabile dell'area tecnica Attilio Perotti - e penso che nei prossimi giorni il gesto sarà formalizzato». Un gesto in segno di rispetto che solitamente le società adottano nei confronti di un proprio giocatore. Un gesto sicuramente condiviso da Cristiano Lucarelli, che già poche ore dopo la scomparsa del giovane centrocampista aveva twittato, colpito per la morte di un collega con addosso la maglia del suo amato Livorno. Per i livornesi il ricordo non si cancellerà mai. Previste anche altre iniziative, come quella di dedicare una parte dello stadio di Livorno, oltre a una raccolta di fondi da fare allo stadio sabato in occasione della partita interna degli amaranto, sempre con il pensiero rivolto alla solrella di Morosini, Maria Carla, disabile e bisognosa di assistenza. Sia sulla dedica di una parte di stadio sia sul sostegno verso Maria Carla, anche la società Atalanta ha dato la sua piena disponibilità.

Intanto oggi è prevista l'autopsia sul corpo del calciatore, poi i funerali a Bergamo: la data è ancora da fissare anche se presumibilmente potrebbe essere giovedì.


Altre notizie - Flash news
Altre notizie
 

LO STRANO CASO DEL PESCARA: QUANDO IL DIFFICILE E' PASSARE DALLA TEORIA ALLA PRATICA

Teoricamente il progetto stilato in estate dal Pescara per disputare un torneo da assoluto protagonista sembrava perfetto: un allenatore importante come Pasquale Marino, reduce da annate non proprio esaltanti ma con una grande voglia di riscatto come la stessa piazza biancazzurra...

AVELLINO, PECCARISI: "PAGHIAMO OGNI ERRORE. PLAY-OFF? CI CREDIAMO ANCORA"

In conferenza stampa, il difensore Maurizio Peccarisi ha cercato di spiegare il momento di annebbiamento che sta avvolgendo l...

LE SFIDE DI TB - AVELLINO-BRESCIA: CASTALDO E CARACCIOLO, I GEMELLI DIVERSI DEL GOL

Distanti 5 punti in classifica, Avellino e Brescia nel bene e nel male hanno stupito in questo campionato. Gli irpini neoprom...

TOP E FLOP VARESE-BARI

Il Bari conquista un importante vittoria, la terza consecutiva, contro il Varese di Sottili. Gli ospiti sembrano non soffr...

PORTA A PORTA - PARI IN CAMPO...E FRA I PALI: KOSICKY VS GOMIS

Tomas Kosicky ha cominciato a fare il portiere perché era l’ultimo dei ruoli rimasto nella sua prima scuola calc...
 
Palermo 69
 
Empoli 56
 
Latina 54
 
Cesena 52*
 
Crotone 52
 
Siena 51*
 
Trapani 49
 
Modena 48
 
Avellino 48
 
Lanciano 48
 
Spezia 48
 
Pescara 46
 
Bari 46*
 
Brescia 46
 
Carpi 44
 
Varese 43
 
Ternana 41
 
Novara 36
 
Cittadella 33
 
Padova 32
 
Reggina 28
 
Juve Stabia 16
Penalizzazioni
 
Bari -3
 
Cesena -1
 
Siena -8

   Editore: MICRI COMMUNICATION Norme sulla privacy